Come ottenere un esito immediato per una richiesta di prestito, consigli

Indice dei contenuti

La velocità nella risposta è davvero un punto a loro vantaggio, nel caso di alcuni prestiti. Infatti, molte persone quando richiedono un finanziamento hanno una spesso una certa urgenza in quanto devono affrontare spese impreviste. Avere la possibilità di richiedere un prestito e aspettare non più di 2 giorni per sapere l’esito, a volte, può scremare di molto la scelta del prestito su cui puntare.

Soprattutto quando si possono offrire solide garanzie come una busta paga o comunque avere una certa e conclamata affidabilità creditizia che trasmetta sicurezza all’istituto di credito a cui ci si rivolge, abbrevierà di molto le tempistiche.

Le banche e le finanziarie infatti, una volta ricevuta una richiesta di prestito, dovranno fare i dovuti controlli sulla situazione finanziaria pregressa del richiedente e sulle sue garanzie, in modo da capire se effettivamente potrà onorare il pagamento delle rate, fino alla fine del finanziamento.

Gli istituti di credito controlleranno presso il database del Crif (Centrale Rischi di Intermediazione Finanziaria) che è l’azienda che gestisce Eurisc, che è il principale tra i SIC (sistema di informazioni creditizie), dove sono raccolti tutti i dati finanziari e creditizi di coloro che chiedono finanziamenti in Italia.

Le tempistiche dei prestiti personali

I prestiti personali, cioè quelli che si richiedono per un motivo non specificato, sono caratterizzati da tasso fisso e rate costanti. Rispetto ai prestiti finalizzati, quelli che sono legati all’acquisto di un determinato bene o servizio, possono avere tempistiche più lunghe.

Solitamente ci vogliono dai 3 ai 5 giorni per sapere l’esito della richiesta. Se avete richiesto un prestito con cessione del quinto dello stipendio o pensione, ci potrebbero volere anche più giorni, in quanto bisogna fare i dovuti controlli e ha un iter burocratico più complesso.

Se avete parecchia fretta, la scelta migliore è optare per i prestiti veloci online, rispetto a recarvi presso una banca o finanziaria. Risparmierete tempo e potrete anche fare una ricerca e confronto prestiti direttamente navigando sul web.

I vantaggi dei prestiti online

I prestiti online sono sicuramente la scelta migliore per chi ha poco tempo. In molti casi, si va anche a risparmiare perchè si può accedere ad offerte e promozioni valide solo per gli utenti digitali. Inoltre non ci saranno quelle spese legate alla gestione fisica dei documenti tipica delle sedi fisiche degli istituti di credito.

Però è anche vero che, per i prestiti super veloci, i tassi possono essere maggiori, dato il particolare servizio che offrono in tempi molto ma molto veloci. Si va dalle 24 alle 48 ore.

Le banche o finanziarie online dovranno fare in tempi molto ristretti tutti i controlli che vanno sempre effettuati, senza alcuna eccezione, e dunque è comprensibile che poi si vada a richiedere di più in termini di tassi di interesse.

Ma vedrete che ne varrà la pena, basta solo armarsi della giusta documentazione e cercare, nonostante si abbia poco tempo, il prestito più adatto e, per quanto possibile, più conveniente.

Tra gli istituti di credito che erogano prestiti in tempi brevi troviamo:

  • Findomestic
  • Agos
  • Younited Credit
  • Cofidis
  • BNL
  • Deutsche Bank
  • Compass

Come richiedere prestito veloce

Per richiedere un prestito veloce, vi basterà compilare il form della banca o finanziaria che sceglierete.

Dovrete andare prima nella sezione del simulatore o calcolatore. In questo modo, inserendo l’importo che volete, potrete calcolare esattamente in quante rate vi conviene restituire il prestito, così da capire anche l’importo delle singole rate.

Un piccolo consiglio. E’ importante tenere d’occhio i tassi di interesse che, è bene ricordare, anno dopo anno si vanno ad accumulare. Quindi più durerà il prestito, maggiori saranno i tassi che andrete a pagare. A volte, dunque, e se ne avete la possibilità, vi conviene pagare una rata maggiore e far durare di meno il prestito, in modo che alla lunga andrete a risparmiare.

Tornando alla richiesta di prestito, una volta che avrete simulato il vostro prestito, potrete inoltrare la richiesta passando allo step successivo.

Quest’ultimo consisterà nel caricamento dei documenti.

I documenti che occorre presentare

I documenti da allegare online sono gli stessi che presenteresti in caso di prestito “tradizionale”. E cioè:

  • copia del documento di identità valido
  • codice fiscale o tessera sanitaria
  • documento che attesti il reddito (ultime buste paga o Modello unico)

Se invece hai da offrire altre garanzie come un Garante o l’ipoteca sulla casa, dovrai allegare i documenti del Garante o, in caso di richiesta di prestito ipotecario, il documento che attesta che sei proprietario di un immobile.

In quest’ultimo caso però i tempi si allungano perchè la banca dovrà fare vari controlli sull’immobile. Se hai fretta, non è proprio la soluzione più indicata.

Che succede dopo l’esito

Se, passate le 24 ore o i 5 giorni, avrete un esito negativo, allora non potrete fare altro che rivolgervi ad un altro istituto di credito oppure aspettare che i tempi maturino per avere maggiori garanzie da offrire.

Altrimenti, se tutto va bene e l’esito è positivo, allora la banca vi invierà il contratto da firmare con firma digitale.

Nell’arco anche di 24 ore vi verrà erogata la somma richiesta che vi sarà accreditata sul conto corrente.

Le tempistiche veloci dei prestiti finalizzati

Chi opta per un prestito finalizzato, può avvalersi di tempistiche davvero veloci e quasi immediate.

I prestiti finalizzati si caratterizzano per il fatto che l’uso del denaro richiesto è vincolato all’acquisto di un determinato bene o servizio. Il contratto di acquisto e di prestito avverrà presso lo stesso punto vendita.

Il rivenditore sarà convenzionato con più banche o finanziarie in modo da offrire una gamma quanto più variegata di scelta al cliente. In questo modo, una volta accettata l’idea di richiedere un prestito, il rivenditore, radunati i documenti del richiedente, si assumerà il ruolo di intermediario.

Invierà i documenti alla banca che spesso, proprio in tempo reale, riferirà se è stata accettata o meno la richiesta di prestito. Dopodiché invierà la somma stesso al rivenditore che potrà concludere la vendita del bene (come ad esempio un mobile o un’auto) al cliente.

Dunque il prestito finalizzato si caratterizza per la velocità e la praticità. Ha però lo svantaggio che la richiesta del denaro è vincolata a uno scopo ben preciso e non può essere utilizzato diversamente.