Come ottenere un prestito personale con tasso basso, confronto tra le migliori opzioni

170

Indice dei contenuti

Un prestito personale è una forma di credito al consumo che permette la concessione di una somma di denaro, che può essere più o meno elevata a seconda dei casi e della banca alla quale ci si rivolge. La concessione di questo denaro extra è prevista per diverse ragioni e motivazioni differenti. Questo denaro può essere utilizzato ad esempio per far fronte a delle spese impreviste oppure per l’acquisto di una nuova auto oppure per effettuare dei lavori di ristrutturazione ordinaria o straordinaria della propria abitazione.

I prestiti personali di solito sono dei prestiti non finalizzati; ovvero, le banche o le finanziarie che li concedono non richiedono il motivo per cui viene richiesto questo denaro extra. Tuttavia alcune soluzioni di prestiti possono essere possono di tipo finalizzato. In questi casi, occorre invece di mostrare il motivo per il quale i finanziamenti vengono richiesti. La concessione di questi prestiti presuppone naturalmente anche il rimborso del denaro attraverso l’applicazione dei tassi di interesse che possono essere più o meno elevati a seconda delle soluzioni.

Prestiti personali e costi

Nel processo di scelta di un prestito personale che può essere più vantaggioso per noi, è molto importante prestare molta attenzione soprattutto ai tassi di interesse. Solo grazie a questi costi si possono conoscere quindi i costi reali che si devono sostenere per effettuare il corretto e regolare rimborso delle rate mensili previste dal piano di ammortamento del prestito personale. È molto importante capire che la concessione di un prestito personale non prevede solamente il suo rimborso nei tempi stabiliti della somma di denaro che si riceve in prestito.

A questa somma occorre aggiungere anche tenere in considerazione il versamento degli interessi. Si tratta quindi di tutti quei costi e di quelle spese aggiuntive che sono previste per il rimborso dei prestiti personali. In particolare, troviamo ad esempio le commissioni. Queste riguardano principalmente le spese di apertura della pratica e di gestione. Inoltre ci possono essere anche altri costi come quelli relativi alle assicurazioni, ovvero le polizze di assicurazione e le imposte.

Le polizze di assicurazione ci possono essere richieste da alcune finanziarie in base alla soluzione che si richiede. Tra tutte le spese previste, nel caso di un prestito personale, sicuramente i tassi di interesse sono quelli che sono più importanti da prendere in considerazione e che meritano maggiore attenzione.

Occhio ai tassi di interesse

Nel momento in cui si sceglie di andare alla ricerca di accettare una certa tipologia di prestito personale, occorre capire bene che cosa sono le spese totali di un prestito personale, ma soprattutto i tassi di interesse ad essi applicati. L’importante è capire quindi che cosa sono il Tan e il Taeg. Si tratta infatti di due aspetti che possono avere un’influenza diretta sull’importo finale della rata di un finanziamento. È solo grazie ad una valutazione e ad un’analisi del Tan e del Taeg che si può capire la reale convenienza di un prestito personale in base alle soluzioni che ci vengono proposte da banche e finanziarie.

Il Tan, ovvero il tasso annuo nominale, non è altro che il tasso di interesse puro di un prestito personale. Si tratta di un tasso all’interno del quale non si trovano tutte quelle spese aggiuntive, come ad esempio le commissioni, che invece vanno ad indicare il costo globale del finanziamento stesso. Il Tan può essere fisso o variabile a seconda dei casi e delle singole soluzioni per le quali si opta. È importante informarsi molto bene sul Tan che viene applicato ad un certo tipo di prestito personale prima di accettarlo.

Dall’altra parte, troviamo invece il Taeg, ovvero il tasso annuo effettivo globale. Questo tasso si differenza di quello precedente. Indica invece il costo globale del finanziamento. È un tasso di interesse che comprende infatti tutte le commissioni, le spese e i costi aggiuntivi. Nel momento in cui si valuta una determinata offerta o una soluzione di prestito, occorre considerare soprattutto il Taeg rispetto al Tan. Attraverso una valutazione del Taeg applicato ad un determinato tipo di prestito personale, si può capire la reale convenienza del prestito in base alle proprie possibilità economiche.

Prestiti personali con tassi bassi

Chi va alla ricerca di un prestito personale che sia davvero conveniente da richiedere e da ottenere, sicuramente deve tenere in considerazione sia il Tan che il Taeg. È molto importante verificare sempre tutta la documentazione informativa che spesso è presente ad esempio nei messaggi pubblicitari che pubblicizzano un determinato tipo di prestito personale o una soluzione economica. Il Taeg rappresenta il costo globale del finanziamento. Tuttavia, ci sono dei casi in cui il Taeg potrebbe non inglobare esattamente tutte le spese finali e tutti i costi aggiuntivi. È il caso ad esempio delle soluzioni di prestiti personali che vengono richieste in conto corrente oppure attraverso l’emissione di una carta di credito di tipo revolving.

I costi di queste carte di credito possono variare spesso da una soluzione all’altra, in base alle oscillazioni del tasso di interesse e alla modalità di rimborso delle somme. Quando si valuta un certo tipo di prestito personale, occorre quindi tenere in conto tutte le spese aggiuntive, e soprattutto i tassi di interesse. È importante capire se il tasso di interesse di un prestito personale può essere per noi davvero conveniente e vantaggioso. Per capire la reale convenienza di un tasso di interesse occorre consultare le tabelle dei tassi soglia. Si tratta di tabelle che vengono rese pubbliche con una cadenza trimestrale dalla Banca d’Italia. Solo in questo modo si può capire quindi se un certo tipo di soluzione può essere quella migliore per noi oppure no.

Mai fidarsi dei prestiti a tasso zero

È importante trovare la soluzione di prestito personale con il tasso di interesse più conveniente. Questo però non significa accettare i prestiti personali che vengono pubblicizzati a tasso zero. Non tutti i prestiti a tasso zero hanno effettivamente un tasso di interesse nullo. Spesso quando si parla di prestiti personali a tasso zero, si intendono delle soluzioni con un Tan a zero interessi. Spesso però i prestiti personali con un Tan pari a zero molto basso, hanno invece un Taeg molto alto. Ad esempio, possono avere dei costi di istruttoria, oppure delle spese di gestione molto elevate rispetto a quelle che ci si aspetta.