Cos’è un prestito chirografario? Chi lo elargisce? Requisiti richiedente, come ottenerlo

Indice dei contenuti

Avere necessità di denaro non è certo un’eventualità così remota. Anzi al contrario, è un’ipotesi molto frequente e capitata almeno una volta nella vita a tutti. A meno di non avere un conto in banca davvero importante, la soluzione immediata per accedere ad una specifica somma di denaro è proprio il prestito.

Di prestiti, per l’appunto, ne esistono differenti tipologie e tutte, bene o male, si adattano alle esigenze personali dell’utente che ne fa richiesta. La chiave, è comprendere quale sia alla base la motivazione che spinge a questa necessità di fondi. L’acquisto di una nuova automobile? Organizzare un matrimonio o pagare delle spese mediche? Insomma di certo i soldi servono a parecchie cose ed è proprio qui che entrano in gioco banche e finanziarie.

Nella guida che segue, vorremmo focalizzare la nostra attenzione su una particolare forma di prestito, il cosiddetto “prestito chirografario”. Cosa significa? Cos’è con esattezza e chi può farne richiesta? Se volete saperne di più non vi resta che continuare nella lettura per scoprire info utili e dettagli da conoscere assolutamente!

Prestito? Ecco quelli più richiesti.

Generalmente, i prestiti si differenziano tra:

  • Prestiti personali.
  • Prestiti finalizzati.

Ma in cosa consiste l’uno e in cosa consiste l’altro? Ecco più da vicino i dettagli.

Prestito personale.

Parlando del prestito personale, si intende un finanziamento concesso da un istituto bancario o da una finanziaria che, osservate le dovute garanzie e i requisiti rispettati imposti al richiedente, avrà facoltà di concedere o meno un capitale in denaro che sarà del tutto privo di vincoli o limiti in termini di spesa. Il beneficiario del prestito, sarà libero di poter gestire la somma ricevuta senza dover giustificarne l’utilizzo. L’impegno che l’ente erogatore imporrà al richiedente, è quello di provvedere al rimborso del capitale mediante rate mensili che verranno stabilite in fase di stipula di contratto.

Prestito finalizzato.

A differenza del noto prestito personale, il contesto per il quale viene richiesto un prestito finalizzato è ben diverso. Difatti, proprio il prestito finalizzato è utile quando occorrerà acquistare un singolo bene o servizio mediante un pagamento rateizzato. In questo caso, il beneficiario del finanziamento non riceverà alcuna liquidità bensì, più semplicemente il prodotto o il servizio di cui si avrà bisogno. Un nuovo mobile per la casa? Una moto? La tv di ultima generazione? L’esercente del punto vendita, provvederà a avviare le pratiche di domanda per il finanziamento con una finanziaria convenzionata. Ottenere questo prestito risulta assai più semplice, in quanto requisiti e garanzie richieste saranno meno restrittive di quelle necessarie al fine di accedere, al contrario, ad un prestito personale.

Prestito chirografario? Che cos’è? Ecco tutto quello che devi sapere!

Per comprendere bene cosa sia un prestito chirografario, basti pensare che come elemento che funge da garanzia, in questo caso, è la firma del richiedente del prestito. Con questa, esso si assume la responsabilità di provvedere al rimborso a costo di perdere i propri beni sia presenti che futuri.

Questo tipo di prestito è richiedibile sia da privati che da imprese. Per lo più per necessità di liquidità. Tuttavia sono escluse finalità di carattere speculativo.

C’è da dire però, che la mancanza effettiva di garanzie, fa sì che nel complesso i costi relativi agli interessi siano di gran lunga più elevati, e che di conseguenza durata e importi siano al contrario più bassi. Generalmente, la somma massima a cui si può ambire è all’incirca di 30mila euro e di una durata non più lunga di 5 anni. Tuttavia, alcuni istituti bancari potrebbero concedere prestiti chirografari anche lunghi fino a 10 anni in casi eccezionali.

Quali tipi di piani di ammortamento sono proposti per un prestito chirografario?

In linea di massima non esiste un unico piano di ammortamento ma sarà possibile sceglierne diversi. Ecco i più comuni:

  • Ammortamento con rata pesante finale: prevede normali rate mensili ed una conclusiva di entità maggiore in termini di spesa.
  • Piano di ammortamento classico: prevede rate mensili concordate e stabili per tutta la durata del piano di rimborso.
  • Ammortamento differito: con questo piano si ha la possibilità di posticipare l’inizio del pagamento delle rate del prestito.

Chi eroga un prestito chirografario?

Gli enti di credito che si occupano di concedere un prestito chirografario sono per lo più banche e finanziarie, al pari di come farebbero con altre tipologie di prestiti personali. Sarà loro compito, esaminare singolarmente le condizioni economico-finanziarie del potenziale cliente e decidere, infine, di concedere o meno il prestito richiesto.

Come fare per avviare la domanda di prestito?

Al pari di come avviene con altri prestiti, fare domanda si rivela assai semplice in quanto sarà sufficiente affidarsi ai siti online predisposti per valutare le varie offerte delle finanziarie e delle banche. Il vantaggio di questa procedura, è la possibilità effettiva di compilare dei veri e propri preventivi con la quale è semplice e intuitivo conoscere costi e spese previste dall’ipotetico finanziamento. Oltre a questo, si avrà modo di scoprire l’entità della rata mensile, scegliere il piano di ammortamento che più si preferisce e quindi, di conseguenza, avere chiara anche la durata complessiva del prestito.

Se invece si preferisce un contatto più diretto, la richiesta del finanziamento potrà essere avviata in filiale mediante l’ausilio di un consulente finanziario, che sarà in grado di esaminare nel dettaglio quelle che sono le esigenze personali del beneficiario e le sue effettive potenzialità economiche, al fine di poter gestire il rimborso totale del prestito.

Conclusioni.

Il prestito chirografario, quindi, è un finanziamento che si basa in termini di garanzie sulla firma del richiedente. Certamente presenta dei pro e dei contro, ma è genericamente un prestito relativamente semplice da ottenere, il che lo rende assai appetibile per molti utenti che ne hanno di necessità.

Si consiglia sempre e comunque di affidarsi a istituti di credito affidabili e solidi, che offrano finanziamenti con condizioni e termini chiari e trasparenti. Prima di sottoscrivere un contratto di prestito, quindi, è consigliabile un confronto diretto con le varie proposte di presenti online delle numerose finanziarie. Valutare quella più vantaggiosa e conveniente sia per ciò che riguarda i costi che i tassi di interesse!