Richiesta di un prestito per artigiani, come e chi può farla

58

Indice dei contenuti

Il mondo dei prestiti è uno difficile da navigare: tra decine e decine di tipologie di contratto diverse, è normale che un utente inesperto si trovi confuso davanti alle moltissime possibilità offerte dal mercato. Purtroppo per chiunque si a interessato a richiedere un prestito, il mondo dei protagonisti del nostro blog è circondato da un alone di “mistero”: spesso gli utenti nemmeno sanno che esistono dei prestiti realizzati appositamente per la propria categoria di lavoratori. L’obiettivo che ci siamo posti con il nostro blog è quello di facilitare a chiunque ci legga l’accesso al mondo dei prestiti tramite delle apposite brevi guide.

Nella guida di oggi, in modo particolare, vogliamo parlarvi della richiesta per il prestito destinato agli artigiani:  vedremo quali sono le caratteristiche principali di questo tipo di contratto, chi può richiederlo, quando e come può farlo e molto altro ancora. La categoria degli artigiani è una di quelle categorie di lavoratori che deve prestare più attenzione quando richiede un qualsiasi tipo di prestito: oggi vedremo perché. Nel caso in cui siate interessati vi consigliamo di leggere fino alla fine la nostra guida di oggi, perchè vi racconteremo moltissime informazioni utili. 

Artigiani: una piccola introduzione

Gli artigiani sono una delle categorie di utenti che più di ogni altra potrebbe trovare difficoltà nel richiedere prestiti di qualsiasi natura. Un artigiano, specialmente se lavora in proprio, potrebbe non avere i mezzi per offrire le garanzie necessarie ad una banca per fornire il prestito. Alle banche, come tutti sappiamo, piace molto essere sicure dei loro investimenti: per essere sicure che un determinato utente possa restituire il denaro che richiede, le banche utilizzano un sistema di garanzie e controlli. Questi controlli nella grande maggioranza dei casi si basano sul reddito dell’utente, il quale ovviamente deve essere congruo alla richiesta.  Spesso per le banche una delle garanzie migliori è la busta paga, che gli artigiani che lavorano in proprio non possono presentare. 

Lo strano funzionamento del mondo dei prestiti ha fatto sì che, per “aiutare” gli artigiani venissero creati dei prestiti dedicati a questa particolare categoria di lavoratori. Al momento della scrittura di questo articolo, le agevolazioni per artigiani sono ancora valide ma consigliamo comunque, specialmente se leggerete questa guida in futuro, di dare un’occhiata a cosa sia disponibile perché il governo potrebbe aver cambiato qualche disposizione. 

Prestiti agevolati per artigiani: parliamone

Gli artigiani, come abbiamo accennato poche righe fa, sono una categoria di lavoratori che ha diritto a delle agevolazioni, rese possibili sia dall’impegno dei vari governi nel corso degli anni, sia dall’impegno di fondi e associazioni artigiane. Vediamo quali sono, attualmente, i prestiti agevolati per artigiani:

  • Artgianicassa è un fondo che si occupa dell’aiuto di artigiani in difficoltà nonché del supporto verso tutti coloro che necessitano di liquidità per riempire i magazzini e così via. 
  • Sempre presso Artigianicassa è possibile ottenere prestiti agevolati per artigiani dedicati alle lavoratrici. Questo tipo di prestiti, ovviamente, è dedicato soltanto alle donne.
  • Prestiti per nuovi artigiani: diversi enti offrono prestiti agevolati per nuovi artigiani, ossia per giovani che vogliono aprire un’attività nel mondo dell’artigianato. Tecnicamente anche i meno giovani potrebbero accedere a questo tipo di finanziamento per nuove attività artigianali.

Con la richiesta di un prestito agevolato per artigiani, fondamentalmente, si deve provare di avere i requisiti necessari per accedere al prestito in questione. Ad esempio il prestito dedicato alle artigiane è soltanto rivolto ad un’utenza femminile e questo è un requisito fondamentale; ovviamente ne esistono molti altri per ogni tipo di prestito agevolato.

Un prestito agevolato per artigiani, nei casi che abbiamo elencato poche riga fa, consiste nell’ottenimento di un prestito i cui tassi d’interesse sono molto bassi. Il tasso d’interesse è indicato dal TAN (tasso annuo nominale) e più basso è, meglio è per l’utente. 

Prestiti a fondo perduto per artigiani

Molti degli artigiani che si trovano in difficoltà economiche sono attualmente in lizza per ottenere un prestito a fondo perduto dedicato alla categoria di lavoratori protagonisti della nostra guida di oggi. Il prestito a fondo perduto è la richiesta di un prestito per artigiani che non necessita di essere restituito. Si tratta quasi sempre di somme di denaro esigue, stanziate dallo stato per far fronte a determinate emergenze economiche: il caso più recente è quello del covid.

Ora che sappiamo di quali sono, a grandi linee, i prestiti per artigiani vediamo come richiederne uno.

Richiesta di un prestito per artigiani

La richiesta di un prestito per artigiani, una volta trovato un contratto adatto, non è una procedura complicata ma potrebbe comunque confondere qualcuno. Per prima cosa, vediamo che cosa ci serve:

  • Documenti d’identità in corso di validità (carta d’identità, tessera sanitaria e così via)
  • Documenti che attestino situazione economica e familiare dell’utente (richiesti specialmente per i contratti agevolati)
  • Documenti che provino il lavoro come artigiano svolto dal richiedente

Ovviamente ogni banca potrebbe richiedere documenti differenti, specialmente se stiamo parlando di prestiti molto particolari e molto ristretti per quanto riguarda il capitale stanziato (pensiamo ad esempio ai prestiti a fondo perduto).

Una volta forniti i documenti si passa alla fase di pre approvazione del contratto: la banca deciderà se investire sull’utente prestando denaro. Se il contratto viene “pre approvato” l’utente avrà la possibilità di stipulare il contratto con la banca, firmarlo ed ottenere il denaro in prestito. In base al tipo di contratto, ovviamente, il numero di rate, gli interessi e il periodo di ammortamento del prestito saranno differenti.

Ed anche oggi eccoci arrivati alla fine della nostra guida completa con tutto quello che c’è da sapere sulla richiesta di un prestito per artigiani. Speriamo di aver raggiunto il nostro obiettivo con la guida di oggi: informarvi su quelle che sono le possibilità di prestito per gli artigiani e come accedere ad esse. Nel caso in cui, ovviamente, vogliate raccogliere maggiori informazioni sulla richiesta dei prestiti, vi ricordiamo che il nostro blog è interamente dedicato all’argomento: tra confronti, guide e approfondimenti, siamo sicuri che riuscirete a trovare le informazioni che state cercando. Come sempre vi ringraziamo per l’attenzione e ci auguriamo di rivedervi presto in un’altra guida.