Tutti i documenti necessari per richiedere un prestito personale

Indice dei contenuti

Chi non ha mai richiesto un prestito personale fino ad ora, alzi la mano. I prestiti personali sono alcune tra le forme di credito al consumo più utilizzate e gettonate al giorno d’oggi. Sono delle formule che ci permettono di ottenere del denaro extra per far fronte a delle spese impreviste, oppure per l’acquisto di beni o servizi particolarmente costosi per i quali non abbiamo la possibilità economica. Si tratta di tipologie di finanziamento che sono pensate con la finalità di sostenere i consumi rateizzando i pagamenti nel tempo, di solito a cadenza mensile.

Lo scopo del prestito personale può essere quindi di varia natura. Oggi molte persone richiedono un prestito personale per l’acquisto di una nuova automobile oppure per effettuare delle opere di manutenzione della propria abitazione. In alternativa, possono essere richiesti anche per scopi medici oppure per fronteggiare delle spese straordinarie particolarmente salate. Il rimborso del prestito personale avviene attraverso il versamento di rate mensili che fanno parte di un piano di ammortamento rateale e che prevede l’applicazione di un tasso di interesse che, a seconda dei casi e della formula, può essere fisso o variabile.

Prestiti personali: info generali e requisiti

Ottenere un prestito personale oggi non è così semplice come potrebbe sembrare. Rispetto al passato, i controlli sull’affidabilità creditizia del richiedente si sono moltiplicati. Lo scopo è quello di creare una maggiore fiducia sui richiedenti dei prestiti e dei finanziamenti da parte di banche e finanziarie. I prestiti personali sono delle forme di credito al consumo che possono essere richiesti da chiunque possieda un reddito dimostrabile e una buona affidabilità creditizia. Di solito vengono offerti ai lavoratori dipendenti pubblici o privati. Tuttavia, esistono delle soluzioni di prestiti adatte e rivolte anche ai lavoratori autonomi oppure ai liberi professionisti, così come anche ai pensionati. Per ottenere un prestito è necessario un prestito personale è necessario presentare tutta una serie di documenti che verranno poi analizzati con molta cura e con attenzione dalle banche o dagli istituti di credito ai quali ci si rivolge per il loro ottenimento.

Tutti questi documenti hanno lo scopo di capire chi è il richiedente del prestito. In questo modo si può capire la sua condizione lavorativa attuale e la sua capacità di rimborso del finanziamento richiesto. La documentazione può essere diversa in base alla tipologia di prestito che si richiede. Tuttavia, a prescindere dalla tipologia del prestito che si richiede, le norme di antiriciclaggio impongono la presentazione di una documentazione fiscale ed economica del richiedente che sia completa e certosina in ogni suo punto.

Grazie all’analisi di tutta questa documentazione, la finanziaria o la banca alla quale ci si rivolge ha la capacità di capire il rapporto tra rata e debito e la nostra capacità di effettuare il rimborso delle rate mensili. Inoltre, ha la possibilità anche di capire se i richiedenti sono iscritti al Crif come cattivi pagatori oppure se sono considerati soggetti protestati. Di solito, la richiesta di un prestito personale avviene in modo rapido e veloce, anche se molto dipende dalla tipologia di prestito che si richiede e dalla banca alla quale ci si rivolge.

Documenti reddituali

I documenti richiesti per l’ottenimento di un prestito personale sono molto diversi tra di loro. Di solito, i documenti necessari si possono dividere in due categorie principali. Da una parte troviamo la documentazione reddituale, mentre dall’altra la documentazione fiscale. Per quanto riguarda la documentazione reddituale, si intendono tutti i documenti e le carte che sono essenziali per capire qual è la tipologia di contratto di lavoro di cui si dispone e la capacità reddituale del richiedente del finanziamento. La documentazione reddituale può essere diversa da un soggetto all’altro in base alla sua occupazione. Per quanto riguarda i richiedenti che hanno un contratto da lavoratori dipendenti pubblici o privati, di solito le banche o le finanziarie richiedono l’ultima busta paga.

Per alcune soluzioni di prestiti e solo in alcuni casi, possono essere richieste le ultime due buste paga ed eventualmente il CUD. Se i richiedenti del prestito sono dei pensionati, di solito le banche o le finanziarie richiedono l’ultimo cedolino oppure il cosiddetto modello OBIS M. Si tratta di un modello che viene rilasciato dall’ente previdenziale. Se i richiedenti di un prestito personale sono invece dei lavoratori autonomi, per ottenere un prestito personale viene richiesta all’ultima dichiarazione dei redditi.

In aggiunta, può essere richiesto anche il modulo F24 che attesta i pagamenti effettuati. Solo per alcune soluzioni di finanziamento, può essere necessario allegare anche le copie delle ultime bollette di luce, acqua e gas, regolarmente pagate, anche se il richiedente usufruisce di un affitto.

Documenti fiscali

In aggiunta ai documenti reddituali, di solito le finanziarie e le banche che concedono dei prestiti personali richiedono anche una documentazione fiscale. Questa documentazione è utile principalmente per attestare e verificare l’identità del richiedente del prestito. La documentazione fiscale richiesta ai richiedenti di un prestito personale può essere diversa in base alla tipologia di soggetti alla quale ci si rivolge.

  • se i richiedenti di un prestito personale sono dei cittadini italiani occorre presentare un documento di identità in corso di validità, come ad esempio la propria carta d’identità, oppure la propria patente di guida e il proprio codice fiscale;
  • nel caso in cui i richiedenti abbiano una cittadinanza in un altro paese europeo, occorre presentare la carta d’identità e un certificato di residenza;
  • se si tratta invece di cittadini extracomunitari occorre presentare un regolare permesso di soggiorno.

Oltre ai documenti fiscali sono necessari anche i documenti reddituali, che possono essere diversi da una soluzione all’altra. Oltre ai documenti reddituali elencati in precedenza, possono essere richiesti anche dei documenti aggiuntivi per la richiesta di finanziamenti con cessione del quinto oppure attraverso le carte cosiddette revolving.

Documenti necessari per cessione del quinto

I documenti necessari per richiedere un prestito personale, in caso di cessione del quinto, si differenziano in base alla tipologia dei richiedenti. Se i richiedenti sono dipendenti pubblici o privati occorre dimostrare il certificato di stipendio. Questo documento viene rilasciato dal proprio datore di lavoro e dimostrare di possedere un buon TFR e una buona anzianità lavorativa.

Se i richiedenti invece sono dei pensionati, occorre rivolgersi al proprio istituto di previdenza. Bisogna farsi rilasciare un documento che attesti la quota massima cedibile del 20% della propria pensione.
Articolo precedenteNon citare prodotti specifici
Marco Piredda
Fin da piccolo la scrittura è stata per me un rifugio e una passione. Adesso è diventata il mio lavoro. Sempre attento a quello che scrivo e a come lo scrivo, ho avuto la possibilità di crescere professionalmente nel mondo delle parole, ma senza dimenticare il motivo per cui ho iniziato a scrivere: non solo amore ma autentica necessità. Mi interessa scrivere soprattutto su argomenti di economia e finanza.